Simone D’Auria

7.000,00

Simone D’Auria, Cucchiaio  (2016)
152x33x20 cm

Polietilene atossico riciclabile

Valutazione: 7.000,00 €

• Opera il cui ricavato finanzierà le attività culturali organizzate dalla  Fondazione Rosini Gutman  

Figlio degli anni settanta, cresce in un ambiente culturale pervaso dalla rivoluzione estetica e politica. L’atmosfera alternativa di quegli anni caratterizzerà indelebilmente il senso estetico del suo percorso progettuale. È un Bruno Munari, maestro del design italiano, che Simone D’Auria guarda con reverenza quando decide di seguire la sua vocazione. Un livello istituzionale, le collaborazioni più prestigiose della Triennale Milano, dove espone regolarmente alcune opere d’arte e design e St. Moritz Art Masters (2012). Opera in tutte le discipline del design, realizzando progetti di disegno industriale, grafica, editoria, direzione artistica, architettura e interni di alberghi, case private, showroom e negozi. Questa poliedricità si riflette nelle collaborazioni e nella natura dei progettiAdidas e Paola Frani , Leica , MV Agusta e il gruppo Lungarno .
L’opera Spoon è stata realizzata in collaborazione con la Rosini Gutman Foundation , in occasione delle mostre Evento ReStart alle Nazioni Unite, New York, e al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale alla Farnesina, Roma.

 

 

Tags: ,